Parodontologia

Infiammazioni gengivali


La parodontologia è una disciplina odontoiatrica volta alla prevenzione, alla diagnosi ed alla terapia delle patologie che colpiscono il parodonto (peri=intorno, odontos=dente).

I tessuti di supporto dei denti naturali sono la gengiva, il legamento parodontale, il cemento radicolare e l’osso alveolare.

E’ bene ricordare che anche i tessuti perimplantari sono suscettibili allo sviluppo di tali malattie. La loro insorgenza è strettamente correlata agli stili di vita e all’azione di alcune specie batteriche.

Il decorso e la gravità con cui si sviluppano possono essere influenzati inoltre da numerosi fattori locali. Il fumo e una scarsa igiene orale, e da alcune patologie sistemiche, come per esempio il diabete, in particolare se non compensato.
Le malattie parodontali si distinguono in gengiviti e parodontiti.

Le patologie che colpiscono i tessuti perimplantari si distinguono in mucositi e perimplantiti.

La gengivite è caratterizzata da gengive visibilmente arrossate, gonfie e facilmente sanguinanti. Questa condizione è completamente reversibile e risolvibile con ablazioni del tartaro ed una corretta igiene domiciliare.

Tuttavia se non diagnosticata e tempestivamente trattata, può evolvere in parodontite.

Le infiammazioni gengivali

Le parodontiti sono un gruppo di patologie infiammatorie croniche. Si manifestano con perdita di attacco e di osso, formazione di tasche, aumento della mobilità dentaria e, talvolta, comparsa di recessioni gengivali. La distruzione dei tessuti di sostegno dei denti causata da una parodontite è nella maggior parte dei casi irreversibile.


La mucosite perimplantare è un’infiammazione reversibile dei tessuti molli di sostegno dell’impianto, mentre le perimplantiti conducono ad un abbassamento dell’osso attorno all’impianto ed alla possibile perdita della vite implantare stessa.


Placca batterica e tartaro sono tra i principali responsabili dello sviluppo di tali patologie. Pertanto sedute di igiene orale professionale (ablazione mediante ultrasuoni, scaling e root planing). Associate all’insegnamento delle corrette manovre di pulizia domicilare rappresentano il primo passo verso qualsiasi terapia parodontale.

In alcuni casi possono essere necessari piccoli interventi chirurgici che migliorino le condizioni anatomiche ed estetiche o che, con l’ausilio di materiali biocompatibili, permettano il ripristino di un parodonto sano.